G+, cronaca di un fallimento (da me) annunciato

Poche ore fa Il Post ha pubblicato un articolo intitolato: «Google+ è un fallimento? Otto mesi dopo il lancio, il social network di Google fa i conti con la crescita deludente delle iscrizioni e della partecipazione degli utenti.»

Nell’articolo si legge:

[…] a preoccupare non è tanto il numero dei nuovi iscritti, quanto l’uso effettivo che viene fatto del social network. Stando alle rilevazioni di comScore, una delle società più importanti nelle rilevazioni statistiche online, in milioni si iscrivono ogni mese a Google+, ma finiscono quasi tutti per usarlo pochissimo o non usarlo affatto. Continua a leggere

Fossi stato Vasco Rossi…

La grande polemica che ha infiammato il web in questi ultimi giorni, quella tra Vasco Rossi e il sito pseudo-satirico Nonciclopedia,  è destinata a diventare un caso di scuola per chi si occupa di web 2.0.

Faccio subito una premessa: per me hanno sbagliato entrambi. Nel caso specifico non esistono innocenti o colpevoli, né tantomeno vittime o carnefici. Eppure a pagarne il prezzo, con altissima probabilità, sarà solo il Blasco nazionale. Continua a leggere